Il giardino lungo Sieve dei pontassievesi

Nuova vita al parco di Viale Diaz
Viale Armando Diaz Pontassieve

Investimento su camminamenti, nuove alberature, pista pedociclabile. Il parco rinnovato ed il Giardino della Legalità saranno attraversati dalla nuova pista ciclopedonale che collegherà il Borgo al Parco Fluviale. 

Partono la prossima settimana i lavori per la rinascita di uno dei luoghi storicamente più cari ai pontassievesi, il parco lungo Sieve di Viale Diaz, nella zona dei Villini. Oltre a nuovi alberi, elementi decorativi e camminamenti pedonali, sarà realizzata una nuova pista ciclopedonale che collegherà in modo finalmente sicuro il Centro di Pontassieve e il Parco Fluviale Fabrizio De André.

300000 euro – questo è il costo dei lavori – tutti finanziati dal bando periferie della Città Metropolitana i cui fondi sono stati ottenuti dal Comune di Pontassieve grazie al progetto realizzato dai tecnici comunali che è stato premiato, ottenendo il 100% delle risorse per l’intero lavoro.

L’intervento unisce la qualità della vita e la sostenibilità ambientale dell’abitato di Pontassieve e prevede di collegare il centro storico al lungo Sieve attraverso gli antichi vicoli per raggiungere poi il Parco Fluviale, recuperando quel contatto col fiume che ha forgiato la storia della nostra comunità. Il cantiere si aprirà in Via del Prato per proseguire poi lungo Viale Diaz, per un lavoro che oltre a disegnare un percorso ciclabile andrà quindi a riqualificare l’intero lungo Sieve nella zona Sud di Pontassieve. Dopo i lavori all’ingresso del centro con la riqualificazione di Via Roma, questo investimento importante va a completare la costruzione di una nuova “porta verde” d’ingresso al Borgo, secondo una filosofia organica che di fatto valorizza sia il centro storico che la zona sud del capoluogo della Valdisieve.

Le tappe. L’intervento prevede una prima fase in Via del Prato, con l’adeguamento delle due gradonate di salita e discesa dal Ponte Nuovo che saranno rimosse per realizzare due nuove rampe per le biciclette di larghezza pari a 1,5 m e due per il passaggio dei pedoni, separate da una ringhiera d’acciaio; oltre a questo è previsto l’adattamento delle aiuole e della rotatoria del parcheggio di via del Prato.

Nella fase successiva – nel parco di viale Diaz, attraverso il Giardino della Legalità – saranno, sia per motivi di sicurezza che di decoro, sostituiti i 28 pini lungo Sieve con 32 altre alberature autoctone (9 alberi di frassino, 14 meli ornamentali e 9 aceri campestri) e aggiunti nuovi arbusti e piante di roso, di modo da restituire ai pontassievesi un lungo Sieve bello da pedalare, da correre, da vivere in ogni momento della giornata da grandi e piccini.

"La rinascita del parco di Viale Diaz, da troppo tempo ormai percepito come periferia del paese – spiegano il Sindaco Monica Marini e l’assessore ai lavori pubblici Filippo Pratesirappresenta un altro risultato importante per la nostra visione del paese, che  premia la capacità progettuale e la scelta di migliorare la qualità ambientale e la mobilità sostenibile nei nostri centri urbani, che sono risultati coerenti, oltre che con gli strumenti di pianificazione dei comuni e con il nostro programma elettorale, con la rete ciclabile regionale."

“Inoltre – concludono – proprio la futura Ciclopista dell’Arno, finanziata e in fase di studio da parte della Regione e progettata nel tratto da Incisa a Pontassieve dai tecnici comunali di Pontassieve –unirà tutti i territori che sorgono sull’Arno, per un lavoro ambizioso e importante di recupero storico-culturale e di fruibilità del fiume Arno. Una scelta che sosteniamo dall’inizio della legislatura e che vorremmo partecipare a rendere reale”.