Biblioteca: un anno di numeri

Biblioteca Comunale
via Tanzini 25
Pontassieve

Più di 100 persone al giorno, oltre 20.000 prestiti e 30.000 presenze. Si festeggia un altro anno di successo per la Biblioteca Comunale di Pontassieve.

Il 2018 ha confermato numeri importanti: 30.559 presenze nell'anno, rappresentate da una varietà di generazioni distribuita in maniera piuttosto omogenea dal giovane studente fino al pensionato. Sono state 106 le persone di media al giorno che si sono recate in Biblioteca per usufruire dei servizi o semplicemente per poter studiare nelle sale di lettura. 20.769 sono stati i prestiti di libri e materiali multimediale. Alla normale attività di prestito e di consultazione ci sono state anche 2500 persone che hanno utilizzato le postazioni informatiche gratuite (in prevalenza per accesso internet) presenti nei locali della Biblioteca. 

In questo anno si è anche rinsaldato il rapporto con le scuole con 1894 alunni degli istituti scolastici che hanno visitato la Biblioteca, partecipando ad incontri con autori, presentazioni di libri o semplicemente per scoprirne i servizi offerti all’utenza. Un anno intenso anche per le iniziative rivolte ai più piccoli, come ad esempio il ciclo di incontri dei “sabati letterari” alla scoperta delle fiabe italiane e del mondo. Nel 2018 gli operatori della Biblioteca hanno inoltre operato insieme alla ludoteca proponendo incontri all’interno dello spazio riservato ai piccoli di età compresa tra gli zero e i dieci anni.

Capitolo a parte è stato poi quello relativo a mostre ed eventi. La biblioteca racchiude anche una serie di iniziative che ne fanno un centro di cultura importante per l'intero territorio. Anche nel 2018 è stato un polo espositivo aggiuntivo dove artisti, soprattutto locali, hanno esposto opere, spaziando dalla pittura, alla fotografia, al fumetto. Un’attività che ha visto anche continuità di iniziative nel periodo estivo grazie allo spazio all’aperto de “Le Muratine” che da giugno a settembre ha proposto concerti, spettacoli teatrali, cinema, confermando la Biblioteca un luogo di aggregazione e di proposta culturale a 360°.