A domani, storia di un brigante sociale

Enzo Butera
Pubblicato Venerdì, 06 Maggio 2016
Data di scadenza Venerdì, 06 Maggio 2016

Venerdì 6 maggio alle ore 17.30, presso la Biblioteca comunale di Pontassieve per il ciclo  “Venerdì letterari”, presentazione del romanzo di Enzo Butera “A domani, storia di un brigante sociale”. Testimonianze di amici e letture di brani del libro.

Presentazione del libro di Enzo Butera “A domani, storia di un brigante sociale”.

Venerdì 6 maggio 2016 - Biblioteca Comunale di Pontassieve (FI)

Venerdì 6 maggio alle ore 17.30, presso la Biblioteca comunale di Pontassieve per l'iniziativa “Venerdì letterari” avrà luogo la presentazione del romanzo di Enzo Butera “A domani, storia di un brigante sociale”.
Interverranno amici e collaboratori di Butera: Alain Bichon e Giacomo de Bastiani ricorderanno l'uomo e l'artista e ci mostreranno un estratto del documentario da loro realizzato nel 1990 in occasione della mostra di Enzo "Maschere e Volti". Cesare Micheli, grande amico e compagno di idee e lotte ricorderà l'impegno sociale e politico di Butera. Saverio Tommasi ci parlerà del libro autobiografico di Enzo "A domani-storia di un brigante sociale".
Infine ascolteremo delle letture di brani del libro letti dalle donne dell'associazione culturale "Donne in cammino” di Pelago. 
Opera prima, questa, di Enzo Butera che ha abitato a Fiesole per oltre 30 anni fino alla sua scomparsa avvenuta il 16 febbraio del 2016.
Scultore, pittore e politico passionale schierato da sempre dalla parte dei deboli, Butera nasce 75 anni fa a Conflenti, paesino della Sila. Nel libro interseca la sua vita personale di artista poliedrico e uomo impegnato socialmente alla storia del nostro paese e non solo.
L’autore ripercorre i suoi settant'anni: dalla nascita ai giorni d'oggi. Le passioni politiche e artistiche, nel teatro come nella scultura e pittura, lo portano a una continua e voluta migrazione attraverso l'Italia e l'Europa. Torino, Firenze, Roma, Milano, Venezia, Zurigo e Parigi sono tappe fondamentali per la sua formazione. Amante della sperimentazione, insofferente a ogni forma di autoritarismo paterno e sociale, ribelle alle convenzioni, continua a essere un polemico provocatore o, come ama definirsi, un “brigante” sociale. Con questa sua prima opera letteraria, Butera traccia un quadro storico – antropologico di una generazione afflitta dall’emigrazione e dalla tensione

 

Per informazioni:
Comune di Pontassieve
Ufficio Politiche culturali e biblioteca
tel. 055/8360346-055/8360344
cultura@comune.pontassieve.fi.it