Elezioni regionali 2015

Pubblicato Domenica, 31 Maggio 2015
Data di scadenza Domenica, 31 Maggio 2015

Domenica 31 Maggio le cittadine ed i cittadini toscani eleggono il Consiglio regionale ed il Presidente della Giunta regionale della Toscana con la legge elettorale regionale n. 51 del 26 settembre 2014

Comune di Pontassieve
Risultati Consultazione
Regionali 2015

 

In vista delle consultazioni elettorali del 31 maggio 2015, al fine di assicurare la regolarità del procedimento elettorale e di garantire il diritto di voto a tutti i cittadini si ricorda quanto segue:

 

COSA OCCORRE PER VOTARE:

  • Tessera eletorale
  • Documento di Riconoscimento (carta d'identità, patente di guida, tessera rilasciata da una qualsiasi Amministrazione dello Stato..)

SMARRIMENTO TESSERA ELETTORALE OCCORRE:

  1. Denuncia da effettuarsi presso l'ufficio elettorale del Comune di Pontassieve, tramite dichiarazione, nei seguenti giorni:
    dal 29 maggio al 30 maggio dalle ore 9,00 alle  ore 18,00
    il 31 maggio dalle ore 7,00 alle ore 23,00
  2. Il duplicato della tessera elettorale viene rilasciato solo al diretto interessato;
  3. Nel caso di persona che per ragioni di salute non può presentarsi all'Ufficio Elettorale del Comune di Pontassieve può delegare, con atto scritto e fotocopia del documento di identità, un parente per effettuare la denuncia ed il messo comunale notificherà a casa il duplicato della tessera elettorale;
  4. Il cittadino che ha cambiato residenza ed ancora non ha ricevuto la nuova tessera elettorale può ritirarla presso l'ufficio elettorale nei giorni sopra descritti presentando la tessera del Comune di precedente residenza, nel caso in cui l'avesse smarrita può ritirarla come specificato al punto 1)

 

QUANDO SI VOTA

Domenica 31 Maggio dalle ore 7,00 alle ore 23,00

 

DOVE SI VOTA

Nel seggio indicato sulla tessera elettorale

 

COME SI VOTA

  • Tracciando un segno con la matita copiativa solo sul candidato a Presidente
  • oppure
  • Tracciando un segno con la matita copiativa sulla lista e sul candidato a Presidente oppure
  • Tracciando un segno con la matita copiativa sulla lista e sul candidato a Presidente di un'altra lista
  • oppure tracciando un segno con la matita copiativa solo sulla lista


I quattro esempi, sopra riportati, sono quelli ammessi per votare e non si incorrerà nella nullità del voto.
Sulle schede non si può:

  • apporre la propria firma
  • nserire qualsiasi tipo di segno diverso da quello sopra descritto negli esempi, altrimenti la scheda sarà annullata.

Nel caso in cui un elettore sbagli nel votare (esempio: ha votato la lista A invece della lista B) annullare la scheda, ripiegarla , uscire dalla cabina andare dal Presidente e richiedere una nuova scheda per votare.


Elezione del PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE de CONSIGLIO REGIONALE

La scheda è una sola e di colore verde per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta contiene all'interno di ciascun riquadro i nomi di un candidato Presidente, sotto il quale sono riportati i simboli delle liste collegate e l'elenco delle candidate e dei candidati su cui è possibile esprimere uno o due voti di preferenza.
Presidente della Giunta regionale sarà eletto il candidato Presidente che ha ottenuto almeno il 40% dei voti validi.
Se questo non accade, dopo due settimane si procederà ad un turno di ballottaggio fra i due candidati più votati e precisamente il 14 giugno 2015.

 

Il Consiglio regionale viene eletto con la stessa scheda, dove il simbolo di ciascuna lista è affiancato dall'elenco dei candidati.
Le elettrici e gli elettori possono esprimere uno o due voti di preferenza, tracciando un segno sulla casella a fianco dei nomi indicati sulla scheda. Nel caso in cui l'elettrice o l'elettore esprima due voti di preferenza, i voti devono essere espressi per candidati di genere diverso, una donna e un uomo o viceversa, pena l'annullamento della seconda preferenza in ordine di lista.
Saranno eletti le candidate e i candidati che riporteranno il maggior numero di preferenze.

 

 

ELETTORI FISICAMENTE IMPEDITI in modo PERMANENTE:

  • Tali elettori possono presentare richiesta al Comune di Pontassieve ottenendo l'annotazione permanente sulla tessera elettorale di un timbro con la dicitura "Diritto voto assistito", in questo caso possono votare al seggio accompagnati all'interno della cabina stessa da un parente od amico. L’accompagnatore in cabina può essere chiunque basta sia elettore di un qualsiasi comune italiano e si deve presentare al seggio con la propria tessera elettorale; i  Presidenti di seggio richiederanno all'accompagnatore la tessera elettorale, per effettuare l'annotazione di aver assolto tale compito.
    Per ottenere il timbro del voto assistito il cittadino deve produrre:
  1. la documentazione della Commissione Medica della A.S.L. dove è stato dichiarato fisicamente impedito, ed allegarla alla dichiarazione
  2. copia del proprio documento d’identità
  3. la tessera elettorale
  4. se la dichiarazione in Comune la chiede un parente occorre il suo documento d’identità

 

ELETTORI FISICAMENTE IMPEDITI NON in modo PERMANENTE:

Tali cittadini si possono rivolgersi al medico della A.S.L. per farsi fare una certificazione per poter essere accompagnati in cabina elettorale da qualcuno.
Possono telefonare all’ufficio elettorale del Comune (055/8360366 oppure 055/8360257) per sapere i giorni e gli orari dei medici della A.S.L. che ricevono per il rilascio delle certificazioni.

 

ELETTORI IN DIPENDENZA VITALE DA APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI o CON GRAVISSIME INFERMITA’

Gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedire l´allontanamento dall´abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali o elettori con gravissime infermità hanno la possibilità, su espressa richiesta, di essere ammessi al voto nella predetta dimora.
Gli interessati dovranno far pervenire al Sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, la seguente documentazione:

  • una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l´abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo;
  • copia della tessera elettorale;
  • un certificato medico rilasciato dal funzionario medico della azienda sanitaria locale, “da cui risulti l´esistenza di un´infermità fisica che può comportare o la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali o non possono essere accompagnati al seggio neanche con i mezzi attrezzati di pronto soccorso, tale da impedire all´elettore di recarsi al seggio”; il medesimo certificato potrà attestare altresì l´eventuale necessità di un accompagnatore per l´esercizio del voto.
    Il Sindaco, a conclusione della relativa istruttoria, rilascerà a ciascun elettore che sia stato ammesso al voto a domicilio un´attestazione dell´avvenuta inclusione negli appositi elenchi.
    Il voto sarà raccolto, durante la giornata di domenica 31maggio 2015 dal presidente, segretario e scrutatore dell´ufficio elettorale di sezione.
    Possono avvalersi del voto domiciliare anche gli elettori che risiedono in un Comune diverso da quello di iscrizione elettorale: in ogni caso la dichiarazione deve essere sempre presentata al Sindaco del comune nelle cui liste elettorali risultino iscritti.