Istituto superiore Ernesto Balducci

Pontassieve. Istituto superiore Ernesto Balducci
Istituto Statale Superiore “Ernesto Balducci”
Via Aretina, 78a
Pontassieve

Istituto superiore Ernesto Balducci: in arrivo otto nuove aule. Aperto il bando della Città metropolitana per affidare i lavori. 1,4 milioni di Euro per l’ampliamento. 

La Città Metropolitana ha pubblicato il bando per affidare i lavori di ampliamento dell’istituto superiore Ernesto Balducci di Pontassieve. Si tratta di un progetto ammesso al finanziamento tramite il “bando periferie” (all’interno della stesso bando sono già stati ammessi a finanziamento i progetti realizzati dall’amministrazione relativi all’ex istituto Chino Chino e alla pista ciclabile interna all’abitato di Pontassieve da Viale Diaz) approvato nel 2016 e che adesso va “in gara” per l’affidamento dei lavori. L’apertura delle offerte avverrà il 28 febbraio 2018, dopodiché la Città Metropolitana, che ha realizzato il progetto, espleterà le procedure per l’aggiudicazione.

I lavori, per un totale di circa 1.400.000 euro, prevedono la realizzazione di 8 nuove aule per la scuola che ospita ogni anno più di 1000 studenti compresi in 4 indirizzi (Liceo Scientifico, Liceo Scienze Umane, Istituto tecnico economico e Istituto tecnico tecnologico). Il Balducci è una scuola che da ormai molti anni vede crescere notevolmente il numero dei suoi iscritti e questo costante incremento ha portato nel corso degli anni alla realizzazione di una serie di lavori di ampliamento della struttura originaria, la cui costruzione risale alla fine degli anni '80. “C’è bisogno di progettazione – aveva affermato nel primo anno di mandato il Sindaco Monica Marini, durante una visita a Scuola insieme al consigliere della città metropolitana Giampiero Mongatti – per farsi trovare pronti a reperire i fondi necessari per rendere migliore una struttura di riferimento importante per l’intero territorio.” Sempre il Sindaco in quell’incontro aveva richiesto e sollecitato un progetto di ampliamento anche per superare lo stato attuale che vede alcune classi fare lezioni all’interno di strutture prefabbricate. Adesso quella spinta alla programmazione, caldeggiata da Pontassieve, si tradurrebbe in un ulteriore importante investimento concreto per tutto il territorio.